aDOPeriamoci

Stampa PDF

PREMESSA


In un mercato globale dove nuovi paesi e nuovi attori tendono ad esercitare una forte pressione concorrenziale e a scalzare la posizione di leadership del nostro Paese, i riconoscimenti DOP rappresentano una risorsa fondamentale per il settore olivicolo e oleario perché possiedono valori positivi universalmente riconosciuti e condivisibili e di forte efficacia persuasiva.
Il mercato italiano dei prodotti a Denominazione di Origine Protetta (di seguito rispettivamente DOP), vanta numerosi marchi certificati su tutto il territorio nazionale distribuiti tra ortofrutta, cereali, olio extra vergine, formaggi, carne e aceto balsamico. Il fatturato è in continua crescita per produzione e consumo e mantiene un trend positivo dal 2001.

OBIETTIVI

L'obiettivo principale dell'iniziativa nel suo complesso è contribuire alla valorizzazione, allo sviluppo e alla diffusione della conoscenza dell'olio extra vergine di oliva DOP attraverso l'esperienza diretta e l'educazione all'uso presso un target di particolare importanza, quale la scuola.
Gli incontri con gli studenti consentiranno di diffondere le informazioni corrette sull'olio extra vergine di oliva DOP presso le fasce più giovani della popolazione che riporteranno quanto appreso, inizialmente nelle loro famiglie e in futuro nel mondo della ristorazione e presso i consumatori.
L'iniziativa permetterà agli oli extra vergini di oliva DOP di uscire dalle proprie aree di produzione e raggiungere i consumatori in maniera diretta, pratica e supportata dall'intervento di persone esperte, consentendo così di soddisfare l'esigenza di comunicazione ed espansione degli oli DOP.
L'iniziativa ruota intorno all'obiettivo di ridurre il gap informativo dei consumatori sulle caratteristiche distintive degli oli extra vergini DOP, sulle modalità di uso consumo e sulla valorizzazione nelle diete alimentari, con l'ambizione di innescare un processo a catena in cui il target coinvolto possa assumere esso stesso il ruolo di ambasciatore e testimone di tali valori.
D'altronde i risultati degli studi e dei test sinora condotti confermano l'enorme importanza che la conoscenza empirica del prodotto da parte dei consumatori svolge sulle decisioni di acquisto e consumo e quanto la mancanza di informazioni costituisca uno dei principali vincoli alla scelta degli oli extra vergini DOP.

RISULTATI

1a edizione
(D.M. 9287 del 19 novembre 2008)

Il progetto di Unaprol "aDOPeriamoci per la valorizzazione dell'immagine e della qualità degli oli extra vergini di oliva a Denominazione di Origine Protetta" aveva come obiettivo principale la realizzazione di incontri di approfondimento e degustazione che coinvolgessero almeno 100 studenti di Istituti Professionali per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione (IPSSAR) della regione Lazio, per favorire la conoscenza dell'olio extra vergine di oliva DOP e delle sue caratteristiche nutrizionali e qualitative.
A tal fine i coordinatori del progetto hanno vagliato diversi IPSSAR della regione Lazio e hanno poi organizzato, presso 3 Istituti Professionali per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di Roma, corsi di formazione e degustazione di olio extra vergine di oliva DOP coinvolgendo un numero complessivo di 164 studenti delle classi IV e V.

I corsi hanno rispettato il seguente calendario:
  • • 07 ottobre 2009 ore 9:30 IPSSAR AMERIGO VESPUCCI
  • via Facchinetti, 42 00159 Roma
  • • 07 ottobre 2009 ore 15:00 IPSSAR DOMIZIA LUCILLA
  • via Cesare Lombroso, 118 00168 Roma
  • • 14 ottobre 2009 ore 9:30 IPSSAR TOR CARBONE
  • Piazzale Elsa Morante, 2 00178 Roma.

I coordinatori del progetto hanno scelto come docenti, nel vasto panorama di chef ed esperti del settore olivicolo e oleario, quei professionisti con comprovata esperienza nell'insegnamento scolastico affidando i corsi a:

  • • Salvatore Tassa (chef);
  • • Arcangelo Dandini (chef);
  • • Stefano Polacchi (esperto di settore - caporedattore Gambero Rosso);
  • • Maurizio Pescari (esperto di settore - giornalista enogastronomico);
  • • Stefano Asaro (esperto di settore - giornalista enogastronomico).

Gli chef Salvatore Tassa ed Arcangelo Dandini hanno riportato agli studenti la propria esperienza lavorativa e hanno approfondito il tema dell'utilizzo dell'olio extra vergine di oliva DOP in cucina e in sala e della corretta modalità di conservazione senza tralasciare tutte le informazioni utili per una corretta lettura dell'etichetta.

Gli esperti di settore Stefano Polacchi, Maurizio Pescari e Stefano Asaro hanno invece guidato la degustazione dopo aver spiegato agli studenti la differenza tra un extra vergine DOP e un extra vergine convenzionale e aver ampiamente sensibilizzato gli studenti sulla questione della qualità e della territorialità dell'olio extra vergine DOP.

Di seguito alcune fotografie a testimonianza dello svolgimento del programma di attività descritto:

Adoperiamoci-studenti

A conclusione dei corsi, ogni studente ha ricevuto un attestato di partecipazione valido per l’ottenimento di crediti formativi e un opuscolo informativo. Per valorizzare ancora di più l’extra vergine DOP e contribuire maggiormente all’educazione al suo uso da parte di quelli che diverranno gli chef del futuro, ogni singolo studente ha ricevuto anche un bottiglia di olio DOP.

ogni singolo studente ha ricevuto anche un bottiglia di olio DOP.


2a edizione

(D.M. 17517 del 10 novembre 2009)

La seconda edizione del progetto di Unaprol “aDOPeriamoci per la valorizzazione dell’immagine e della qualità degli oli extra vergini di oliva a Denominazione di Origine Protetta” ha avuto come obiettivo principale la realizzazione di incontri di approfondimento e degustazione per almeno 500 studenti di scuole medie e Istituti Agrari di tutto il territorio nazionale.

Rispetto alla scorsa edizione è stato raggiunto un numero decisamente maggiore di studenti e la cultura dell’olio extra vergine di oliva DOP e delle sue caratteristiche nutrizionali e qualitative è stata diffusa in tutta Italia anziché nella sola regione laziale.

A tal fine i coordinatori del progetto hanno vagliato diversi istituti e hanno poi organizzato corsi di formazione e degustazione di olio extra vergine di oliva DOP coinvolgendo un numero complessivo di 577 studenti.

I corsi sono stati svolte nelle seguenti scuole:

  • Istituto Tecnico Industriale Montani (via Montani, 7 - 63023 Fermo);
  • Istituto Tecnico Agrario Celso Ulpiani (viale della Repubblica, 30 - 63100 Ascoli Piceno);
  • Istituto Scolastico Comprensivo Monterubbiano (via O. Murani - 63825 Monterubbiano (FM));
  • Istituto Comprensivo Nino Rota (via F. Benucci, 32 - 00149 Roma);
  • ISISS G.B. Cerletti (via XXVIII Aprile, 20 - 31015 Conegliano (TV));
  • Istituto Agrario Duca degli Abruzzi (via Merlin, 1 - 35143 Padova);
  • Istituto Tecnico Agrario V. Emanuele II (via Cortese, 1 - 88100 Catanzaro);
  • Istituto Professionale per l'Agricoltura (Via C. Scaglioni - 88049 Soveria Mannelli (CZ));
  • Istituto Professionale per l'Agricoltura (via Amerigo Vespucci, 88040 Carlopoli (CZ));
  • Scuola Media D’Ovidio-Nicolardi (via San Giacomo dei Capri, 43/bis - 80128 Napoli);
  • Istituto d'Istruzione Superiore Cuppari (via XX settembre, 1 - 65020 Alanno (PE));
  • Istituto d'Istruzione Superiore Di Poppa Rozzi (via Barnabei, 2 - 64100 Teramo).

I coordinatori del progetto hanno scelto come docenti, nel vasto panorama di chef ed esperti del settore olivicolo e oleario, quei professionisti con comprovata esperienza nell’insegnamento scolastico affidando i corsi a:

  • Loriana Abbruzzetti (frantoiana – esperta di settore);
  • Cristina Bowerman (chef);
  • Rosanna Marziale (chef);
  • Marcella Cipriani (agronomo – esperto di settore);
  • Filomena Grasso (tecnologo alimentare – esperto di settore);
  • Carmela Pecora (agronomo - esperto di settore);
  • Lucia Talotta (agronomo - esperto di settore);
  • Amina Valentini (frantoiana, agronomo - esperto di settore).

Le chef hanno approfondito il tema dell’utilizzo dell’olio extra vergine di oliva DOP in cucina e in sala e della corretta modalità di conservazione senza tralasciare tutte le informazioni utili per una corretta lettura dell’etichetta.

Le esperte di settore hanno invece guidato la degustazione dopo aver spiegato agli studenti la differenza tra un extra vergine DOP e un extra vergine convenzionale e aver ampiamente sensibilizzato gli studenti sulla questione della qualità e della territorialità dell’olio extra vergine DOP.

A conclusione dei corsi, ogni studente ha ricevuto una bottiglia di olio DOP della propria regione.

Di seguito alcune fotografie a testimonianza dello svolgimento del programma di attività descritto:

scuole02







Siete qui:   HomeAttivitàArchivioaDOPeriamoci