Oli d’Italia - i migliori extra vergine 2019

Lunedì 10 Aprile 2017 01:00
Stampa PDF
oli italia 2019712 oli extra vergine recensiti e 433 aziende olearie del panorama nazionale, 179 gli oli che hanno ottenuto il massimo riconoscimento delle Tre Foglie. La Toscana è la prima regione sul podio con 33 etichette premiate, seguita dalla Puglia e dal Lazio con 17. 26 Premi Speciali. Per la prima volta, istituito il premio Olio & Vino dedicato alle aziende vitivinicole che si impegnano con ottimi risultati anche sul fronte dell’olivicoltura. Sono questi i numeri della guida Oli d’Italia 2019, che per la prima volta è disponibile nella versione bilingue, italiano e inglese. Con assaggi, valutazioni, informazioni pratiche e narrazione delle realtà che rendono onore al comparto oleario italiano, pur in un’annata difficile per l’olivicoltura nazionale.
Oli d'Italia 2019 del Gambero Rosso - da quest'anno in doppia versione italiano/inglese - vi porta alla scoperta di un mondo affascinante e complesso. Ogni olio è il frutto di un territorio, di un frantoio, di cultivar diverse. Mille sfumature di profumi e di sapori da conoscere e riconoscere. Per impreziosire e valorizzare ogni piatto. Ogni giorno. Per il piacere del palato e il bene della salute.

E in più oltre 1000 indirizzi per mangiare, dormire e fare shopping gourmet intorno ai frantoi.

«L’internazionalizzazione dell’Olio Extravergine di oliva è un punto focale su cui concentriamo le nostre attenzioni.» commenta Paolo Cuccia, Presidente del Gambero Rosso. «L’export dell’olio cresce sempre di più, non solo per la bravura dei produttori, quanto per l’aumento stesso della domanda di extravergine nel mondo, con in testa Stati Uniti, Germania, Francia, Canada e Giappone. In questi, e in molti altri Paesi, Gambero Rosso organizza eventi dedicati a buyer, ristoratori, dealer, giornalisti, comunicatori e appassionati del made in Italy in cui i produttori di eccellenza del nostro Paese hanno la possibilità di confermarsi ambasciatori del successo italiano nel mondo.»

«L’olivicoltura italiana è un punto di riferimento nel mondo per qualità e biodiversità con 533 cultivar che rappresentano la nostra vera ricchezza.” Afferma David Granieri, Presidente di Unaprol “È auspicabile un aumento quantitativo, attraverso l’incremento della superficie coltivata, ma le vere sfide del futuro passano per una revisione dei parametri dell’olio evo, restringendo una classe merceologica troppo ampia, e per lo sviluppo di una politica basata sul valore. La qualità è un fattore imprescindibile e va incentivata anche attraverso progetti culturali come questa Guida Oli d’Italia, in cui si spazia dal prodotto extra vergine convenzionale alle Dop e Igp, fino al biologico. L’uscita della guida del Gambero Rosso è ormai un appuntamento fisso e molto atteso non solo dagli addetti ai lavori, ma anche da coloro che amano l’eccellenza, la competenza e hanno a cuore le sorti del made in Italy.»



Per l'acquisto della guida Oli d'Italia 2018 collegarsi QUI


EDIZIONE 2019


EDIZIONE 2018
EDIZIONE 2017
pdfLE TRE FOGLIE 2017.pdf
pdfLE DUE FOGLIE ROSSE 2017.pdf
pdfPREMI SPECIALI 2017.pdf


EDIZIONE 2016
pdfLE TRE FOGLIE 2016.pdf
pdfLE DUE FOGLIE ROSSE 2016.pdf
pdfPREMI SPECIALI 2016.pdf


EDIZIONE 2015
pdfLE DUE FOGLIE VERDI 2015.pdf
pdfLE TRE FOGLIE 2015.pdf
pdfPREMI SPECIALI 2015.pdf


EDIZIONE 2014
pdfPREMI SPECIALI 2014.pdf
pdfTRE FOGLIE 2014.pdf


EDIZIONE 2013
pdfI premi speciali della guida oli d'Italia 2013
pdf LE TRE FOGLIE 2013


EDIZIONE 2012
pdfLE TRE FOGLIE 2012
pdfPREMI SPECIALI 2012

EDIZIONE 2011
pdfOLI INSERITI NELLA GUIDA 2011.pdf







Siete qui:   Home