OLIO DI ROMA IGP GRANDE OPPORTUNITA’ PER LA REGIONE

Mercoledì 25 Luglio 2018 14:03
Stampa PDF
marchio IGP ROMASi è tenuta questa mattina a Roma, presso il Tempio di Adriano, l’audizione pubblica di riconoscimento della denominazione Olio di Roma I.G.P., progetto che mira a valorizzare la produzione olivicola regionale con un brand di grande visibilità. Obiettivo dell’evento, promosso da Op Latium alla presenza dei funzionari del Ministero delle Politiche Agricole, la verifica finale del disciplinare di produzione e il riconoscimento dell’Indicazione Geografica Protetta "Olio di Roma", prima del passaggio, entro un mese, alla Commissione UE per la valutazione e l’iscrizione nell’apposito Albo comunitario. La superficie stimata per l’Olio di Roma I.G.P. è di circa 50mila ettari. “Oltre 100 Comuni hanno già dato supporto a questa iniziativa che rappresenta una grande opportunità, soprattutto per quelle province e quei territori che non avevano nessuna possibilità di avere una denominazione protetta – spiega David Granieri, presidente di Unaprol – Sono passati quasi due anni dall'inizio di questo percorso, con la collaborazione dell’Arsial, oggi è una tappa fondamentale che arriva dopo un lungo processo di concertazione e condivisione con il supporto del Mipaaf. Il riconoscimento della denominazione è uno strumento a vantaggio delle imprese che aggiunge valore e aumenta la loro competitività”. Il Lazio è la quinta regione in Italia per produzione con una superficie investita ad olivo di 80mila ettari e la presenza sul territorio di oltre 68mila aziende olivicole. - Lo comunica in una nota l’Unaprol.





Siete qui:   HomeStampaComunicati StampaOLIO DI ROMA IGP GRANDE OPPORTUNITA’ PER LA REGIONE