Press

XYLELLA: UNAPROL, IL BATTERIO RALLENTA, 5000 POSTI DI LAVORO PERSI MA LA METÀ DELLE RISORSE STANZIATE ANCORA AL PALO

Occorre rendere i procedimenti fluidi e facilmente fruibili per rilanciare l’olivicoluraNonostante i 5000 posti di lavoro persi e il netto calo della produzione a causa della xylella (-80% in Salento), la metà delle risorse stanziate per la rigenerazione olivicola resta al palo, ma l’avanzata del batterio, grazie agli interventi degli agricoltori, rallenta rispetto al recente passato.